Quartetto Modigliani biog. - Filarmonica_Trento

Vai ai contenuti
Quartetto Modigliani

Fin dall’uscita dal Conservatorio di Parigi (2003) il Quartetto Modigliani ha attirato l’attenzione della critica vincendo il concorso di Eindhoven (2004), seguito, nel 2006, dallo “Young Concert Artists Auditions” di New York. Certezze che hanno indirizzato i quattro artisti verso un lavoro ancor più severo sotto la guida del Quartetto Ysaÿe, del Levin, Kurtag e Quartetto Artemis. Oggi la formazione francese è ospite fissa delle sale e stagioni più prestigiose al mondo e continua a dedicarsi alla musica da camera anche in formazioni differenti, collaborando con musicisti quali Nicholas Angelich, Sabine Meyer, Beatrice Rana e Renaud Capuçon. Nella presente stagione tra gli appuntamenti più importanti ci saranno le performance in collaborazione con Christian Zacharias a Evian, un primo tour in Europa con l’Ottetto di Schubert, insieme a Sabine Meyer e una presenza in Italia con Yeol Eum Son. Evian, un primo tour in Europa con l’Ottetto di Schubert, insieme a Sabine Meyer e una presenza in Italia con la pianista coreana Yeol Eum Son. Il suo tocco cristallino e le performance versatili ed emozionanti hanno catturato l'attenzione del pubblico di tutto il mondo. Lodata per il suo repertorio di concerti ampiamente eclettico, che va da Bach, tutto Mozart, antico tedesco e romantico russo a Gershwin e Ligeti, Yeol Eum, dopo le affermazioni al concorso Caikovski del 2011 e al Van Cliburn nel 2009, ha collaborato con importanti ensemble in tutto il mondo a Berlino, Dresda, Seoul, San Pietroburgo, Mosca, diretta, ultimamente, da Valery Gergiev.



Torna ai contenuti