7_bio_Milencovic - Filarmonica_Trento

Vai ai contenuti

Trio “Adhara”
Giulia Tamborino, clarinetto
Rebecca Rotondi, violoncello
Lucrezia Slomp, pianoforte


Il Trio Adhara, il nome di una luminosa stella blu situata nella costellazione del Cane Maggiore, nasce dalla collaborazione fra tre giovani strumentiste italiane, incontratesi nella capitale al seguito degli individuali percorsi formativi tra Conservatorio “Santa Cecilia”, “Accademia Nazionale di S. Cecilia” e Istituto Pontificio di Musica Sacra. Contrariamente all’abitudine che vede la musica da camera realizzarsi in forme preminentemente laboratoriali dirette in senso stretto alla produzione concertistica, Giulia Tamborino – sue varie esperienze a livello orchestrale sia operistico che sinfonico in Italia e all’estero – Rebecca Rotondi – giovanissima ma con studi assieme a maestri di grande fama e presenze in ensemble di prestigio – Lucrezia Slomp – solista con attività concertistica internazionale e studi di perfezionamento nelle migliori accademie – hanno voluto costruire un percorso continuativo di impegno finalizzato esclusivamente al camerismo. I frutti di tale prospettiva esaltano un repertorio quantitativamente forse limitato dalla particolarità di un organico che assembla il clarinetto in luogo del più consueto violino a violoncello e pianoforte, ma qualitativamente importante, vantando le attenzioni delle grandi B della storia come Beethoven e Brahms. Il Trio Adhara ha debuttato nell’estate del 2019 con un concerto a Roma per poi esibirsi in diverse rassegne concertistiche italiane. Attualmente il trio frequenta il primo anno del post-gradum in Musica da Camera presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, sotto la guida di Claudio Trovajoli.
Torna ai contenuti