Ottetto del Teatro alla Scala biog. - Filarmonica_Trento

Vai ai contenuti
Ottetto di Strumentisti del Teatro alla Scala

Una formazione insolita l’Ottetto per fiati e archi, alla quale però Franz Schubert ha destinato
una delle composizioni in assoluto più incantevole ed emozionante dell’intera letteratura cameristica. Per ascoltare al meglio tale capolavoro la Filarmonica di Trento ha invitato un gruppo di grandi virtuosi provenienti dall’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. La loro lettura dell’opera schubertiana fa tesoro di una solida cultura d’assieme, di una lunga frequentazione collettiva e di analisi testuali proposte dai più famosi direttori d’orchestra. Viene così ricreato il clima di una piccola orchestra composta solo di artisti di primissimo ordine capaci non solo di stupire con il loro virtuosismo, ma di sorprendere con i toni della leggerezza, la luminosità dei timbri, l’ombrosità delle melodie e la vitalità dei ritmi: tutte le doti richieste dalla partitura indimenticabile di Franz Schubert. Orgoglio locale di questa formazione è la presenza del giovanissimo cornista di Rovereto Achille Fait.





Torna ai contenuti