4_bio_Ivanov - Filarmonica_Trento

Vai ai contenuti

Emanuil Ivanov
pianoforte

Premio Busoni 2019
 
Concerto in collaborazione con la Fondazione Carlo, Aldo, Alice e Maria Stella Tartarotti
 
 
Confermando ormai una felice collaborazione con la Fondazione Carlo, Aldo, Alice e Maria Stella Tartarotti impegnata nel sostegno dei giovani durante il loro percorso musicale formativo, anche nel 2020 la Filarmonica di Trento ospita l’ultimo vincitore del Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni di Bolzano (62° edizione). Occasione bellissima per ascoltare una giovane stella emergente, futuro protagonista delle grandi sale internazionali. Un invito al quale Emanuil Ivanov ha risposto con significativa generosità presentando un programma tecnicamente assai impegnativo, ma di particolare e sicuro effetto non solo emotivo sul pubblico. Dopo un doveroso omaggio a Beethoven nel suo 250° dalla nascita seguiranno infatti Miroirs pour piano di Ravel, una delle prime pagine vicine, per stile, all’impressionismo pittorico del tempo dotata di un’inedita forza descrittiva. A seguire uno degli assoluti capolavori della letteratura pianistica, i Quadri di una esposizione di Mussorgsky. Per mano di Emanuil Ivanov sulla tastiera prenderanno vita una serie di altre immagini, dalla strega Baba Yaga agli spiriti di un castello medioevale, dal miserando e pesante carro contadino (bydlo) alla possente Porta di Kiev.
 
Nato nel 1998 in Bulgaria, Emanuil Ivanov ha studiato con Galina Daskalova e Atanas Kurtev. Prima della vincita al ‘Busoni’, Ivanov si era affermato alla Competition Dinu Lipatti di Bucarest e al Concorso Chopin di San Pietroburgo. Attualmente si sta perfezionando al Birmingham Royal Conservatory con P. Nemirovski e A. Hewitt. Le prossime stagioni vedranno Ivanov impegnato in recital e in veste di solista con orchestra nei centri musicali più importanti d’Europa e Asia.
 

Torna ai contenuti