Jean Rondeau Nevermind biog. - Filarmonica_Trento

Vai ai contenuti
Il Pomo d’Oro
Francesco Corti direttore e clavicembalo

L’orchestra Il pomo d’oro è stata fondata nel 2012 raccogliendo i migliori interpreti a livello internazionale. È un ensemble di qualità che combina conoscenza stilistica, tecnica ed entusiasmo artistico. Al direttore russo Maxim Emelya Nychev, clavicembalista, pianista e cornettista, è subentrato recentemente Francesco Corti. L’orchestra si dedica alla riscoperta e alla registrazione dei capolavori musicali del periodo Barocco, Classico e Belcantistico, collaborando con cantanti affermati a livello internazionale. Direttori ospiti sono Enrico Onofri e Stefano Montanari. Ad oggi ha registrato un’ampia varietà di musica strumentale e vocale, riproposta in sale come Wigmore Hall, Theater an der Wien, Théâ tre des Champs Elysées, Carnegie Hall, Concertgebouw. Per le sue produzioni l’orchestra si è meritata numerosi premi, dal Diapason d’or al Grammophon Award. Il nome richiama il titolo di un’opera di Marc’Antonio Cesti, scritta a Vienna nel 1666 per le nozze dell’Imperatore Leopoldo I. Nel 2019, gli album ‘Anima Sacra’ con Jakub Józef Orliński e ‘Voglio Cantar’ con il soprano Emöke Barath hanno ricevuto il prestigioso premio Opus-Klassik e la registrazione del Serse di Handel è stata insignita del premio ‘Abbado del Disco’. Nel 2018, la registrazione de La Doriclea diretta da Andrea di Carlo ha ricevuto il prestigioso premio tedesco ‘Preis der Deutschen Schallplattenkritik’.
Francesco Corti è nato ad Arezzo in una famiglia di musicisti. Studia presso i conservatori di Perugia, Ginevra e Amsterdam. Primo premio al Concorso J. S. Bach di Lipsia nel 2006 e secondo premio al Concorso di musica antica di Bruges nel 2007. La sua attività concertistica lo porta ad esibirsi in tutta Europa, Stati Uniti, America Latina, Estremo Oriente e Nuova Zelanda. Suona in alcune delle sale più famose al mondo, fra cui il Concertgebouw di Amsterdam, Konzerthaus di Vienna, Bozar di Bruxelles, Mozarteum di Salisburgo, Salle Gaveau di Parigi e Tonhalle di Zurigo. Dirige regolarmente i Musiciens du Louvre (di cui è membro dal 2007), il Pomo d’Oro, B’Rock, la Bach Vereniging. E’ membro di emsemble come il Bach Collegium Japan, Les Talens Lyrique, l’Ensemble Zefiro e Harmonie Universelle. La sua discografia comprende Suites di L. Couperin, le Partite di J. S. Bach, i quartetti con pianoforte e il concerto K. 488 di Mozart (registrati con il pianoforte originale del compositore, conservato a Salisburgo) e un disco di sonate di Haydn. Di prossima uscita il primo volume dei concerti per cembalo di Bach (con Il Pomo D’Oro) e un disco solistico intorno alla famiglia Bach. Insegna in masterclasses in Europa, Asia e America. Dal 2016 è professore di clavicembalo e basso continuo alla Schola Cantorum Basiliensis.

Torna ai contenuti