Gli strumenti della
Società Filarmonica Trento

I pianoforti

Pianoforte Grancoda Steinway&Sons del 1952
Matricola 339093 – Restaurato nel 2007 da Andrea Debiasi-Lorenzo Cerneaz

Pianoforte Grancoda Steinway&Sons del 2016
Matricola 603238

Pianoforte Bechstein donato nel 1905
Matricola 72839

Gli archi

Il nuovo quintetto d’archi, vincitore de “I suoni del legno 2020” .
Sono stati premiati
il violino e la viola di Gianmaria Stelzer,
il violino di Andrea Giovannetti,
il violoncello di Nicola Segatta
il contrabbasso di Cristiano Scipioni

Lascito Marco Anzoletti
• Violino Amati
• Violino Guarnieri
• Violoncello Grancino

Il Fortepiano

Fortepiano di Antonio Martinelli (1832)
Lo strumento oggi conservato presso la Società Filarmonica di Trento è l’unico esemplare conosciuto prodotto dalla ditta dei fratelli Martinelli di Caldonazzo. Nel 1923, quando veniva acquistato dall’organologo Renato Lunelli, si trovava presso una famiglia di Mezzolombardo. Nel 2018, con un generoso gesto, gli eredi Lunelli, tramite la prof.ssa Angela Lunelli lo donava alla Società Filarmonica di Trento che lo conserva fra il proprio patrimonio strumentale.
Si tratta di uno strumento importante ed elegante: un Fortepiano o Pianoforte a coda di sei ottave e mezza, dotato di sei pedali (sordina, fagotto, forte, celeste I e II, tamburo e campanello) che ha conservato, in discrete condizioni, la propria struttura originale. La fattura è testimoniata da una scritta originale posta al di sopra della tastiera, che
recita: “1832 fabbrica dei Fratelli Martinelli di Caldonazzo”. Si tratta di un esemplare rarissimo, testimone di un altrettanto raro artigianato trentino esercitato nel campo della musica. Come ebbe a scrive lo stesso Renato Lunelli, “Il piano di Martinelli ha grande affinità con gli strumenti costruiti da Johann Georg Grober di Innsbruck che aveva raggiunto a Vienna grande notorietà anche come organaro”.
Lo strumento non è suonato da molti anni. Nel corso del tempo ha subito solo qualche raro restauro, riferito soprattutto agli ‘stumentini’ collegati alla pedaliera. Abbisogna, ora, di una significativa opera di restauro.

Il clavicordo

Il clavicordo dal lascito Lunelli, necessita di restauro

SOCIETÀ
FILARMONICA
TRENTO

Via Giuseppe Verdi, 30
38122 Trento

C.F. 80004030229
P. IVA 00505780221

Telefono:
0461 985244

Email:
info@filarmonica-trento.it

© 2020 Società Filarmonica Trento | Solid Design by Granito Marketing