Note al programma La Scintilla del 14 novembre 2022

10 Novembre 2022 | News

La Scintilla
Riccardo Minasi violino solista e direttore
Mahan Esfahani clavicembalo
Claudius Herrmann violoncello
Rute Daniela Pereira Fernandes flauto traverso

B. Galuppi (1706 – 1785)
Concerto a quattro n. 2 in Sol magg.
I. Andante – II. Allegro – III. Andante – IV. Allegro assai

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Concerto per violoncello in la min. RV 421
I. Allegro ma non troppo – II. Largo – III. Allegro

J.S. Bach (1685 – 1750)
Concerto brandeburghese n. 5 in Re magg. BWV 1050
I. Allegro – II. Affettuoso – III. Allegro

A. Vivaldi
Concerto per violino in mi min. “Il Favorito” RV 277
I. Allegro – II. Andante – III. Allegro

J.S. Bach
Suite orchestrale n. 2 in si min. BWV 1067
I. Ouverture – II. Rondeau – III. Sarabande – IV. Bourrées I e II – V. Polonaise & Double – VI. Menuett – VII. Badinerie

Note al programma
Nei Concerti di Galuppi, il “Buranello” prese il meglio del XVIII secolo: il solido contrappunto dei suoi maestri (Lotti e Marcello) e le vibranti novità della generazione più giovane. Nel Concerto n. 2 troviamo una raffinata scrittura contrappuntistica e piacevoli linee melodiche, derivate dalla tradizione operistica. Sebbene i dialoghi tra le parti si avvalgano ancora della prassi imitativa della scrittura antica, vi si possono già scorgere stilemi e simmetrie classiche.
Il Concerto RV 421 è la dimostrazione della grande varietà che Vivaldi era in grado di offrire in una forma scelta. Al primo violino, con i suoi ritmi di terzine, risponde una linea del secondo punteggiata. Il movimento lento, per solista e basso, conduce a un finale Allegro in cui il continuo aggiunge carattere ritmico al tutto.
Il quinto Brandeburghese è la prima partitura in cui Johann Sebastian Bach fa ricorso al flauto traverso e non al flauto dolce. Il primo movimento si apre con un energico tema d’insieme, che lascia il posto al trio di solisti (flauto, violino e clavicembalo). La vera star è il clavicembalo, unità portante dell’intero brano, soprattutto nel primo movimento che termina con una sua lunga cadenza. L’Affettuoso offre una piacevole quiete ed è scritto per il solo trio di solisti, senza accompagnamento d’archi. Il terzo movimento è più sbarazzino in 6/8, capace di evidenziare il genio contrappuntistico di Bach.
Quasi tutti i concerti di Vivaldi sono composti da tre movimenti e fanno ampio uso, nelle sezioni veloci esterne, della forma del ritornello, in cui una figura tematica incisiva, suonata dall’intero ensemble si alterna a episodi del solista. Il Favorito proviene dall’op. 11 di Vivaldi: sei concerti che presentò all’imperatore del Sacro Romano Impero Carlo VI. Tutti i concerti rivelano un compositore maturo che ha acquisito la padronanza e definito le forme musicali, le strutture e l’orchestrazione del XVIII secolo. Sebbene tutti e tre i movimenti siano di lunghezza quasi identica, il primo presenta una grandezza drammatica che viene esaltata dalla fantasiosa varietà dei passaggi per violino solo. La calda quiete dell’Andante e i ritmi punteggiati del movimento finale ricordano l’Autunno de Le quattro stagioni.
La Seconda Suite di Bach, in sette movimenti, comprende il flauto insieme agli archi e al continuo. L’Ouverture di apertura presenta i caratteristici ritmi punteggiati con eleganti figure ornamentali nella maestosa prima sezione. Qui, nel Rondeau, nella Sarabande e nel Minuetto, il flauto raddoppia principalmente la parte del primo violino, ma nei movimenti che includono una seconda danza interna prima del ritorno a quella di apertura (Bourrée e Polonaise), la danza centrale contiene una parte di flauto più elaborata come nella vivace Badinerie, in moto perpetuo.

Alessandro Arnoldo

Altre news

News
Note al programma Leila Josefowicz – John Novacek 2 novembre 2022
Note al programma Leila Josefowicz – John Novacek 2 novembre 2022

Note al programma Leila Josefowicz – John Novacek 2 novembre 2022

Leila Josefowicz violino John Novacek pianoforte C. Debussy (1862 – 1918) Sonata n. 3 per violino e pianoforte in sol min. L140 I. Allegro vivo II. Intermède - Fantasque et léger III. Finale - Très animé K. Szymanowski (1882 – 1937) Myths “Trois Poemes” op. 30 I....

LEGGI TUTTO

News
Musica con vista 2022 – Due concerti imperdibili a Castel Belasi e Castel Pergine
Musica con vista 2022 – Due concerti imperdibili a Castel Belasi e Castel Pergine

Musica con vista 2022 – Due concerti imperdibili a Castel Belasi e Castel Pergine

Musica con Vista 2022. Anche quest’estate la Società Filarmonica di Trento organizza due concerti nell’ambito del Festival Musica con Vista 2022 del Comitato AMUR con Le Dimore del Quartetto e Associazione Dimore Storiche, che vedranno esibirsi il Barbican Quartet...

LEGGI TUTTO